Cronaca, , ,


9 ottobre 2014 18:44 — 0 Commenti

Il sindaco Borghi: “Un coordinamento per fare fronte ai furti

Valestra l'amministrazione comunale e il sindaco Tiziano Borghi incontrano la popolazione 3.10.14 (2) (Large) Valestra l'amministrazione comunale e il sindaco Tiziano Borghi incontrano la popolazione 3.10.14 (1) (Large)

 

VALESTRA – Il sindaco Tiziano Borghi si presenta a Valestra, con il gruppo di maggioranza e la giunta al completo, per parlare alla gente di sicurezza nella serata in cui il Comune presenza il bilancio. Il Bar Sport è gremito di persone proprio come nel clou della passata campagna elettorale. La gente della vallata dei furti ha molte aspettative.

“Dal recente incontro a tema in Prefettura – spiega Borghi – abbiamo ricevuto l’invito da condividere con la popolazione per attuare misure di controllo passivo (telecamere, porte blindate, inferriate…) anche a costo di modificare le abitudini di vita”.

Sul fronte comunale: “Stiamo pensando all’installazione di telecamere, magari in maniera associata nell’unione, ma questo non avverrà prima del 2015”. La popolazione carpinetana chiede “che le telecamere siano installate anche a Montelago e Valestra, anche la notte trascorsa ha visto scattare un allarme: non si dorme più”.

Sui ladri: “Dalle informazioni in possesso degli inquirenti, nella parte alta del crinale colpiscono ladri provenienti dalla Toscana. Nel carpinetano e baisano malviventi provenienti da Modena, privi di basisti locali, attratti dalla facilità di fuga offerta dai molteplici accessi a Valestra e Montelago”.

La popolazione, però, è stanca: “Chiediamo da Reggio rinforzi per una risoluzione del problema”, “un aumento delle pattuglie in vigilanza per eradicare il problema”. “Non è possibile dormire con le luci accese”, spiega una signora.

“Il coordinamento tra le diverse forze dell’ordine è irrinunciabile”.

E mentre il sindaco Borghi tesse le lodi per gli interventi dei carabinieri, di altre forze dell’ordine, e il senso civico sin qui dimostrato dalla popolazione anche nei momenti più difficili (ma ricordando che ‘ le ronde non si possono fare’) – si informa che a breve sarà prevista una riunione per parlare del tema concordata con gli abitanti.. Incontrando esperti del settore sicurezza, invitando le forze dell’ordine, “rilanciando la proposta di unificare i servizi – tra ci le forze dell’ordine – almeno a livello di unioni”.

Una curiosità: non è possibile utilizzare le intercettazioni telefoniche per risalire a mittenti e spostamenti (quelle servono solo in caso di gravi infortuni).

Commenti

Commenti

A proposito dell'autore

Gabriele Arlotti ha scritto 2588 articoli per Studio Arlotti

Lascia un commento