Cronaca, ,


18 agosto 2021 12:17 — 0 Commenti

Animali al pascolo: sabotaggio alla seggiovia?

“Questa è la situazione all’arrivo della seggiovia Febbio 2000 – gli animali non hanno colpa”. Comincia così il lungo sfogo del sindaco di Villa Minozzo, Elio Ivo Sassi che, per chi lo conosce, sa essere persona pronta a sopire polemiche e attriti. Ma questa volta non è andata così.

Il fatto: come ampiamente documentato dalle foto del sindaco, animali (asinelli) al pascolo sono lasciati scorrazzare liberamente all’arrivo della seggiovia, in uso ancora per quest’anno alla società Contessa srl – solo a dicembre si era giunti a un faticoso accordo dopo la rinuncia della stessa ndr . Il tutto a pochi giorni dal concerto di Max Gazzè e, come noto, gli animali al pascolo defecano negli stessi luoghi che giovedì ospiteranno decine di persone.

“Non credo che questo sia compatibile – prosegue il sindaco che incassa il sostengo di tutti i commentatori – auguro ….. a Febbio ogni cosa bella, di continuare ad essere il teatro popolare all’aperto del nostro comprensorio turistico – abbiamo e stiamo cercando, con soldi pubblici Regione, Comune e  la partecipazione di privati  (società di gestione la Contessa) di ammodernare gli impianti del comprensorio sciistico, di contro chi ‘doveva’ collaborare con il Comune, ha preferito questo tipo di turismo”.

Sullo sfondo, per quanto non scritto, il riferimento è verosimilmente alla proprietà: gli Usi civici di Febbio.

“Alle persone di buona volontà – prosegue Sassi -, dico: a fine stagione estiva faremo come amministrazione comunale un incontro pubblico per capire con tutti sul fatto se Febbio voglia continuare ad essere una meta turistica, in tal caso il Comune ci sarà, diversamente per continuare a ricevere , un atteggiamento ostile e vessatorio, da  chi si ritiene, il  ‘latore’ del destino di Febbio,   la metà e già raggiunta…”

Un’ultima chiosa: “con avvocati o raccomandante quotidiane non andiamo da nessuna parte.   siamo già arrivati”.

Alcuni commentatori sono scorati: “è l’ennesimo atto di sabotaggio alla seggiovia”. “Meglio rinunciare”. “Non è giusto che il futuro di Febbio sia in mano a poche persone”.

 

Commenti

Commenti

A proposito dell'autore

Gabriele Arlotti ha scritto 2731 articoli per Studio Arlotti

Lascia un commento