Cronaca, , , ,


12 novembre 2019 9:45 — 0 Commenti

Efficiente e a basso impatto: a Casina nasce la Casa della Cultura “Ada Gregori”

IL 16 NOVEMBRE L’INAUGURAZIONE IN VIA MARCONI

La Biblioteca è il cuore di moltissimi nuovi servizi. Qui ora gli studenti potranno studiare, si potrà ammirare l’Ars Canusina, ci saranno gli spazi per la Protezione civile e per l’informazione turistica e molto altro.

Il sindaco Costi: “Orgoglio e identità”

“Efficiente dal punto di vista energetico e ricca di offerta. E’ con grande orgoglio che condividiamo con la cittadinanza la nascita della nuova Casa della Cultura di Casina ‘Ada Gregori’” sono le parole di Stefano Costi, sindaco di Casina, nell’annunciare 16 novembre alle ore 15.30, l’inaugurazione del riammodernato plesso scolastico degli anni Cinquanta di via Marconi 7, nel capoluogo, dove, sino al 2017 aveva operato la Biblioteca S. Bresciani.
“Grazie a questa importantissima opera di riqualificazione – aggiunge il sindaco – consegniamo alle persone, non solo residenti, ma anche di comuni limitrofi e turisti, spazi dove fare cultura, insegnamento, condivisione, didattica, condivisione e molto altro ancora. Prende concretamente così inizio tutta la riqualificazione del centro di Casina e che proseguirà con i lavori l’anno prossimo nell’area sottostante alla biblioteca”.
“Da maggio di due anni fa ad oggi – dettaglia Tommaso Manfreda, assessore ai lavori pubblici – sono stati effettuati lavori significativi per giungere alla poli funzionalità di servizi attuale. Il tutto nell’ottica della riqualificazione energetica, per abbattere significativamente costi di consumo e mantenimento. Per questo sono stati rifatti interamente gli impianti, si è realizzato l’isolamento termico con cappotto interno, sostituiti i serramenti.

Sempre grazie al progetto a bando vinto nel Psr, per 476.000 euro finanziati a fondo perduto dalla Regione Emilia-Romagna, è stato possibile sostituire la copertura e le lattonerie, effettuare tinteggiature con materiali naturali con un particolare impatto ‘innuvolato’ caratteristico degli edifici storici, consolidare i solai e ripavimentare con resina per dare continuità alle stanze. All’esterno è stata rifatta la pavimentazione in pietra con sistemazione dell’area verde”.
“In questi nuovi spazi – aggiunge Grazia Filippi Ferro, assessore alla cultura del Comune di Casina – la Biblioteca manterrà il cuore di una serie di nuovi servizi. Si tratta di una Casa della Cultura più accogliente, luogo eletto per le attività di partecipazione culturale della cittadinanza e dell’associazionismo locale. Per questo motivo l’abbiamo voluto dedicare ad Ada Gregori, la ‘buona maestra’ che i non più giovani ricordano ancora con tanto affetto”.
Al piano terra, ora c’è un centro di informazione turistica, legata all’eccezionalità del Castello di Sarzano, ai diversi borghi e alla Via del Volto Santo. Sempre al medesimo livello la biblioteca sarà affiancata da medioteca, emeroteca, da nuovi luoghi espositivi per l’artigianato artistico della nostra Ars Canusina, da un Internet Point e da una zona ristoro. Al primo piano, invece, un’aula a utilizzo per la Protezione Civile, lo spazio per l’intermediazione culturale a servizio delle famiglie con maggior disagio, quello di incontro e socializzazione tra ragazzi e adulti di riferimento, un’area espositiva cartoline e foto antiche del territorio locale, il centro giovanile di aggregazione sportivo, l’aula studenti con accesso indipendente – con impronta digitale -, una sala conferenze e una sala corsi/lezioni di sostegno anche in previsione di implementare i corsi di lingua italiana per la nuova popolazione.
Una grande festa è prevista sabato 16 per l’inaugurazione, col taglio del nastro alle ore 15.30 e i saluti istituzionali degli amministratori, seguita dall’intitolazione ad Ada Gregori e per la sezione di storia locale ad Arturo Montruccoli. Alle 16 il via alla mostra “Dall’Ars Canusina alla mostra What a Wonderful World” presenta Claudio Franzoni con oggetti di artigianato e opere di Silvia Peruchetti. All’interno della casa di cultura la presenza di altri artisti: Antonella De Nisco, Sonia Possentini, Cicconi e Kai-Uwe Schulte-Bunert che in questi anni hanno collaborato nella valorizzazione della Scuola del Paesaggio del Parmigiano Reggiano di Montagna. Alle ore 16.30 i narratori del Teatro dell’Orsa intratterranno visitatori e curiosi con storie narrate e divertenti colloqui improvvisati “per cuori di tutte le taglie”, a seguire Djset JonnyDome DJ e rinfresco per tutti.
Dal Comune un particolare grazie ad Antonella De Nisco per la donazione dell’installazione e a Credem per gli arredi. L’iniziativa è realizzata in collaborazione con Effetto Notte.

Commenti

Commenti

A proposito dell'autore

Gabriele Arlotti ha scritto 2520 articoli per Studio Arlotti

Lascia un commento