Lavoro, ,


11 luglio 2018 18:06 — 0 Commenti

Caso scuole dell’infanzia di Albinea, la Cisl Funzione pubblica: “Si accertino le responsabilità e poi massimo rigore, ma guai a generalizzare”

Massimo rigore nei confronti di chi abbia truffato il proprio datore di lavoro, ma massima attenzione a non generalizzare nei confronti di tutti i dipendenti pubblici. Questa la posizione della Cisl Funzione Pubblica, il settore del sindacato di via Turri che segue il pubblico impiego, all’indomani dei casi emersi, e in via di accertamento, alle scuole per bambini 0 – 6 anni Frassino e Aquilone di Albinea.

“Una volta appurate le responsabilità del caso – dichiara Fabio Bertoia, neo Segretario Generale della Cisl Funzione Pubblica e operatore che segue direttamente l’ente pubblico pedecollinare -, è indubbio che chi abbia sbagliato debba pagare le conseguenze, in quanto oltre al danno materiale c’è una responsabilità aggiuntiva data dall’essere dipendenti pubblici e quindi al servizio della comunità”.

“Episodi del genere rischiano di screditare tutto il pubblico impiego – riprende Bertoia – e contrastano totalmente con le realtà che vediamo quotidianamente all’interno dei luoghi di lavoro. Composti nella stragrande maggioranza da persone che, nonostante le tante difficoltà, danno il massimo, molto di più di quanto gli sarebbe richiesto, e grazie al proprio lavoro suppliscono quotidianamente a carenze strutturali, di organico od organizzative”.

Commenti

Commenti

A proposito dell'autore

Gabriele Arlotti ha scritto 2364 articoli per Studio Arlotti

Lascia un commento