Lavoro, , , ,


23 aprile 2018 7:39 — 0 Commenti

Rinnovo #Rsu nella scuola: la Cisl a Reggio è la prima in regione

Spicca, nel pubblico impiego, nel settore con il maggior numero di votanti, la scuola, la vittoria della lista della Cisl Scuola Emilia Centrale. E’ proprio a Reggio, infatti, che la Cisl Fsur (Federazione Scuola Università Ricerca) è il primo sindacato. Quanto acquisito dello spoglio delle schede per il rinnovo delle Rsu conferma l’elevata rappresentatività della categoria con punte di preferenza di oltre il 42%. Un dato che conferma quello di tre anni fa. Gli aventi diritto al voto in provincia erano 9.455 e a voltare si sono recati in 6.498 (6319 voti validi). La Cisl (42,77% dei voti) ottiene 98 Rsu, la Cgil 70 Rsu (30,51% dei voti), la Uil 32 (15%), lo Sgb  7 (2,66%), Anief 6 (4,11%%), Gilda 5 (2,9%), Snals (0,88%).

«Ringrazio per la collaborazione data nella campagna Rsu – commenta Monica Leonardi, segretaria generale aggiunta della Cisl Scuola Emilia Centrale – tutti i candidati/e che si sono messi in gioco in prima persona per la nostra organizzazione e al nostro staff, i componenti di commissione e gli scrutatori che hanno garantito lo svolgimento delle operazioni di voto. Naturalmente un grande grazie a tutti coloro che ci hanno votato e sostenuto garantendoci la rappresentatività. Per noi essere il primo sindacato a Reggio significa essere dalla parte dei lavoratori nella difesa del lavoro e dei diritti, testimoni di quei valori che da sempre ci caratterizzano: l’attenzione alla persona e alla comunità scolastica. E’ questa la nostra forza».

Palese la soddisfazione della segretaria generale, Antonietta Cozzo, che ha dichiarato: «ora metteremo in campo il massimo sostegno alle Rsu elette per tradurre in azioni concrete a favore di tutto il settore scuola ciò che i lavoratori hanno dimostrato e hanno chiesto votando i candidati e le liste Cisl Fsur (Federazione Scuola Università Ricerca)».

Commenti

Commenti

A proposito dell'autore

Gabriele Arlotti ha scritto 2387 articoli per Studio Arlotti

Lascia un commento