Lavoro, , , ,


23 novembre 2017 14:42 — 0 Commenti

Violenze sul lavoro: il congedo per le donne vittime di violenza, un diritto ancora poco conosciuto

 

“Una dato allarmante quello delle violenze accertate sulle donne al pronto soccorso del Santa Maria (una media di 400 l’anno, di cui 130 per violenza sessuale)”. E’ quanto denuncia la Cisl Emilia Centrale, per voce di Rosamaria Papaleo, segretaria, che interviene sulle cifre ricordate dal Dipartimento Emergenza e Urgenza dell’Ausl al convegno organizzato dal Centro Sociale Papa Giovanni XXIII. Il confronto che il sindacato reggiano propone è con i dati Inps sulle donne che, a Reggio Emilia, hanno usufruito del congedo retribuito in quanto vittime di violenza. Al 30 settembre di quest’anno 1 sola persona, 20 in Emilia Romagna.

 

“Da un lato si tratta di uno strumento poco conosciuto e con regole ben precise – Afferma William Ballotta, segretario generale della Cisl Emilia Centrale – dall’altro è del tutto evidente che la donna che subisce violenza sul luogo di lavoro è due volte vittima, oltre che per gli aspetti psicofisici per quelli legati al lavoro e che spesso non denuncia. Le statistiche nazionali Inps dicono che 9 donne su 10, nel corso della loro vita lavorativa, sono oggetto di molestie o ricatti su sfondo sessuale. Solo a Reggio stiamo parlando di circa 10.000 donne nei settori pubblico e privato, circa 300-400 casi all’anno. Quanti di questi sfociano in violenze da essere incompatibili con la normale attività lavorativa? Temiamo molti”.

 

Per questo la Cisl Emilia Centrale ha promosso il convegno “Nessuna donna è invisibile – Diamo un taglio al silenzio”. Un incontro per parlare della violenza di genere sul nostro territorio e delle azioni utili per contrastarla in occasione della giornata mondiale contro la violenza sulle donne.  L’appuntamento, che coinvolge anche le scuole, è in programma martedì 28 novembre, dalle ore 9.30 alle 13.00, presso l’auditorium del Centro congressi Simonazzi, in via Turri 55 a Reggio Emilia. E’ organizzato da Cisl Emilia Centrale, Fnp Cisl e Coordinamento donne dello stesso sindacato e vedrà la partecipazione di  Natalia Maramotti, Assessore alle pari opportunità di Reggio Emilia, Ernestina Morstofolini, avvocato del foro di Reggio Emilia, Michele Rossi, segretario generale Siulp di Reggio Emilia, Michele Stragapede, segretario generale Siulp di Modena e Marco Carlini, responsabile regionale della disciplina Krav Maga.

 

“Assieme cercheremo di discutere sulle azioni necessarie per contrastare la violenza anche sui luoghi di lavoro. Una piaga sociale che continua purtroppo a essere di estrema attualità” dice William Ballotta. Tra le richieste della Cisl Emilia Centrale: la richiesta del raddoppio del tempo indennizzato – secondo la Cisl tre mesi di congedo sono un tempo troppo breve per il rientro al lavoro -; la creazione di percorsi di reinserimento della lavoratrice; promozione di accordi intercategoriali per proteggere i luoghi di lavoro dalle molestie e dalle violenze.

 

 

Commenti

Commenti

A proposito dell'autore

Gabriele Arlotti ha scritto 2314 articoli per Studio Arlotti

Lascia un commento